DIMAGRIRE, ma allora cosa fare?

Seguire una dieta sana e fare molta attivita' fisica!

Dimagrire è più semplice di quanto il paziente normalmente ritenga.

In questa disciplina premiante è il piccolo lavoro ma svolto con continuità.

Dimagrire, come fare? Dieta sana e attivita' fisica! - Dietologo TorinoPer perdere peso è certo necessaria una dieta ipocalorica, ma le calorie non devono essere ridotte in maniera drammatica poiché in questo caso gli effetti collaterali (astenia intensa, capogiri, ridotto trofismo dei capelli e delle unghie, nausea, malessere generale) sono assai probabili ed inoltre la controindicazione dell’attività fisica orienterà la perdita di peso soprattutto sulla massa magra.

La ripartizione dei nutrienti principali non dovrebbe discostarsi di molto da quella proposta dalla dieta mediterranea, anche se inevitabilmente la quota di carboidrati giornalieri sarà ridotta. Dovranno essere privilegiati gli alimenti a basso indice glicemico. La distribuzione dei pasti dovrà essere effettuata tenendo ben conto delle necessità energetiche dell’organismo, che sono più alte nella prima parte della giornata e si riducono nella seconda parte (concetto di ritmo-nutrizione).

Un livello minimo di attività fisica deve accompagnare qualsiasi serio e scientificamente guidato tentativo di perdita di peso corporeo, ma non è necessaria fare la scalata dell’Everest: 30 minuti circa di attività aerobica almeno cinque giorni alla settimana in media sono sufficienti. Tali attività includono camminata a passo svelto oppure in lieve pendenza (anche eventualmente su tapis-roulant per chi lo possiede), jogging, step, salire le scale, salto della corda, nuoto, cyclette o bicicletta e possono essere alternate. Gli eventuali problemi comportamentali o cognitivi devono essere affrontati con tecniche specifiche per permetter al paziente di effettuare il programma con agio.

Ricordatevi che tutti possono dimagrire.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva